Counseling

Il 1° marzo 2019 parte il progetto: #fuorilavoce a tu per tu

A tu per tu è uno sportello di counseling rivolto a te, persona omosessuale, bisessuale, trans o che ancora non hai ben chiaro come vuoi definirti oggi. È uno spazio di accoglienza e di ascolto non giudicante nel quale parlare di te, della tua vita e nel quale affrontare temi riguardanti l’orientamento sessuale, il tuo percorso di accettazione, eventuali difficoltà relazionali in ambito familiare, lavorativo o sociale e ciò che ti sta più a cuore.

Lo sportello è rivolto anche a te che sei mamma, papà, fratello, sorella, amico/a, insegnante di una persona LGBT e desideri comprendere meglio la sua realtà, esprimere le tue difficoltà, superare le discriminazioni, migliorare il dialogo, accettare il cambiamento.

Si vuole offrire la possibilità anche a chi non se la sente di approcciarsi direttamente alle associazioni LGBT+ di trovare uno spazio neutro in cui affrontare le tematiche.

Il counseling è un’attività professionale che si pone come obiettivo il benessere della persona e il miglioramento della qualità della vita. Attraverso l’ascolto, il dialogo e l’utilizzo di strumenti verbali e non, ti aiuta a facilitare e rinforzare percorsi di cambiamento e di crescita, partendo dalle tue risorse e dai tuoi punti di forza.

È una relazione d’aiuto nella quale nulla è fuori tema e viene trattato ciò che per te è importante nel tuo presente. Obiettivi, durata e modalità sono sempre definiti insieme.

Allo sportello ti accoglierà Sergio, counselor diplomando presso SHINUI - Centro di Consulenza sulla Relazione e Scuola di counseling sistemico pluralista di Bergamo e Brescia (https://www.shinui.it/it/)

Tramite prenotazione, scrivendo a: atupertu@bresciapride.it

Oppure via WhatsApp al numero: +39 320 944 3608

Per i minorenni è richiesto la firma con il consenso dei genitori.

Lo sportello è gratuito, sia che si tratti di un singolo incontro, sia che si decida insieme per un percorso di più incontri.

Gli incontri si svolgono in un clima di segretezza professionale e di rispetto della privacy, con riferimento al D. Lgs. 196/2003 – Regolamento UE 679/2016.